Sondaggio: infezioni post preliminare scoperto - Pagina 4
Wellcum Spa - SPA for men in Austria   Entra e scopri nuovi contatti!  

Cerchi una donna?   Scopamici!  
Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 345 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 41
  1. Torna In Cima    #31
    Novizio

    User Info Menu

    Riguardo la correlazione uretriti-rapporto orale, anche i migliori luminari di urologia sono scettici. Io un'uretrite senza perdite l'ho avuta una decina di giorni dopo un rapporto orale scoperto con una pay che aveva il terrore di essere eiaculata in bocca (le faceva schifo oltre alla paura di malattie), e l'ha fatto a me perchè le piacevo al punto che neanche i soldi voleva. Dopo questo episodio, sono stato dai migliori urologi e andrologi di mezza Italia ed hanno escluso tutti che fosse stato quel rapporto orale a causarmi il problema, dicendomi che per avere una uretrite da rapporto, avrei dovuto fare giochi di prestigio anzichè ricevere una fellatio di qualche minuto. Infatti dopo tamponi, spermioculture e urinocolture varie, l'unica infezione che è venuta fuori è stata Enterococco Faecalis, che è un'infezione intestinale.

  2. Torna In Cima    #32
    Punter

    User Info Menu

    La gonorrea sarebbe formalmente un'uretrite e si trasmette anche se meno frequentemente pure con i rapporti orali.

    La clamidia da rapporto orale sarebbe ancora parzialmente dibattuta anche se recentemente la medicina si sta spostando da "impossibile" a "poco più che raro".

    Con un tampone una volta risultai anche io positivo all'enterococco ma ero di fatto praticamente privo di sintomi (col senno di poi posso affermare che il "leggero bruciore" che credevo di sentire era quasi tutto nella mia testa dovuto alla suggestione e dal rimorso del rapporto non protetto).
    Secondo me la migliore spiegazione della positiva me la diede il mio medico quando "laconicamente" commentò "...ci sono anche le contaminazioni del campione da parte di chi, dopo il prelievo, lo maneggia..."

  3. Torna In Cima    #33
    Novizio

    User Info Menu

    Sì, ma si parla di casi rarissimi, e anche per questo tutti i medici che mi hanno visitato hanno escluso che i miei problemi derivassero da quel rapporto orale già da subito. Invece, mi hanno detto che se infezione fosse stata, sicuramente l'avrei beccata da qualche rapporto precedente ed è venuta fuori di colpo. Solo che alla fine dopo tutte le analisi fatte ripetute volte e per anni, non è venuto mai fuori nulla. Io il bruciore è da 4 anni circa che ce l'ho, avendo problemi a tutto l'apparato genitale, come dolore testicoli e perineo, ed eiaculazioni dolorose.

  4. Torna In Cima    #34
    Tirocinante

    User Info Menu

    Murderface, mi spieghi un po meglio il tuo problema perché ci sono passato anche io anni or sono quando mai avevo avuto un rapporto non protetto.
    Se posso esserti di aiuto lo farei volentieri.

  5. Torna In Cima    #35
    Novizio

    User Info Menu

    Sintomi classici di prostatite cronica. Bruciori alla minzione ed eiaculazione (a volte meno a volte di più), dolori perianali e ai testicoli. Ho preso di tutto in questi anni, tra antibiotici, integratori, cortisonici, ma non sono riuscito a risolvere il problema. Ho fatto anche tutti i tipi di analisi, spermiocolture, tamponi, urinocolture, uretrografia retrograda, ecografia renale e prostatica transrettale, e le uniche cose che sono venute fuori è un banale Enterococco Faecalis, e delle calcificazioni alla prostata che da come mi hanno detto i medici, sono segni di infiammazioni dovute ad almeno 5 anni prima.

  6. Torna In Cima    #36
    Tirocinante

    User Info Menu

    Allora ti racconto come ho risolto io....innanzitutto convincendomi che non era una causa batterica (probabilmente lo era stata il primo evento scatenante ma poi risolto e che aveva lasciato solo una piccola calcificazione) ma dovuta principalmente ad un problema nervoso.
    La diagnosi me la fece l'ultimo urologo e devo dire probabilmente l'unico che realmente ci ha capito qualcosa.
    Praticamente mi spiegò che lo stress normale di tutti i giorni e la mia preoccupazione dell'altalenarsi del fenomeno prostatite mi spingevano a concentrarmi su quel punto del corpo. In pratica ci sono dei trigger point che stimolati nervosamente infiammano la ghiandola dando i fastidi che ben conosciamo. E' un circolo vizioso. Io ero rassegnato a vivere così ma feci l'ultimo tentativo. Innanzitutto eliminai dalla dieta le sostanze infiammanti, quelle principali, caffè, cioccolata, spezie (e pensa bene che il peperoncino è la meno dannosa, il pepe è il peggiore). Poi inizia a consumare più pomodori e verdure a foglia larga, diciamo quotidianamente, cerca di bere anche molta acqua. Poi fatti almeno 6 mesi di un integratore che si chiama IPB3 e un'altro che si chiama UTIMAN. Sono integratori alla serenoa rapens e Quercetina, tutta roba naturale e fanno bene anche per la caduta dei capelli. Io così ho risolto. prendo l'IPB3 un giorno si e uno no adesso ma non ho avuto più problemi e credimi ha passato due anni di inferno e altri 3 con alti e bassi ma comunque sempre molto fastidiosi.
    In bocca al lupo e tienici aggiornati!

  7. Torna In Cima    #37
    Novizio

    User Info Menu

    Di integratori alla Serenoa Repens ne ho presi a pacchi, a partire dal Permixon, passando per Lenidase, Ferprost, Evan, Serpens, Azuma 4 Crono, Ialuril, Urovis, Viusid, Foredem, Miuri Tandem, più altri che non ricordo. Cicli di mesi e mesi, ma alla fine non ho concluso nulla. Ho preso cortisonici anche per via orale, via anale, ma niente. Provato antidolorifici di tutti i tipi quando avevo degli episodi più acuti, ma non c'era niente che mi calmava i dolori.

  8. Torna In Cima    #38
    Tirocinante

    User Info Menu

    Comunque sono le calcificazioni che ti creano l'infiammazione cronica e io sono quasi sicuro anche la testa che concentra in quel determinato punto del corpo un po tutto. Certo ci si abitua ad ogni cosa ma convivere con una prostatite cronica non è proprio uno scherzo, non ti uccide ma peggiora drasticamente la qualità della vita! lavora anche sulla testa!!!!
    Un caro saluto

  9. Torna In Cima    #39
    Novizio

    User Info Menu

    Sí, ma se uno non riesce a risolvere il problema, bisogna conviverci ad un certo punto. Che poi i problemi prostatici, da quanto ho capito, sono quasi impossibili da guarire, al punto che anche l’ultimo andrologo che mi ha seguito mi ha detto che non sa cosa fare. L’ho mandato in avaria proprio eheh. Se leggi un po’ in giro c’è una marea di gente che ha di questi problemi da anni, senza essere riusciti a risolverli.

  10. Torna In Cima    #40
    Tirocinante

    User Info Menu

    Vedo che sei calabrese, è fare una visita in toscana sarebbe lunga.....però qua, nella mia zona c'è un luminare, colui che ha risolto i miei problemi e di altri.....se vuoi fare un tentativo ti posso lasciare il contatto ma lo trovi anche su internet, Dott. Giubilei della clinica Vinci (Empoli). E' un giovane aggiornato su tutte le novità....lui sostiene che non esiste una prostatite non curabile.....se vuoi.....

Pagina 4 di 5 PrimaPrima ... 345 UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato