[RECE] Renata Davila - Firenze - Shemalemodelindex | PUNTERFORUM

[RECE] Renata Davila - Firenze - Shemalemodelindex

Registrato
24 Maggio 2012
Messaggi
35
Reaction score
1
SCHEDA TECNICA La scheda tecnica altresì definita scheda recensione, è il riepilogo sintetico dei dati oggettivi relativi all'annuncio, alla inserzionista e al luogo dell'incontro. Rappresenta la raccolta dei dati fondamentali per l'individuazione del soggetto del racconto. E' indispensabile compilare tutti i campi proposti. Pubblica il racconto della tua esperienza seguendo QUESTA GUIDA

RIFERIMENTO INTERNET:http://www.shemalemodelindex.com/models/Renata_Davila.html
CITTA DELL'INCONTRO: Firenze
NOME INSERZIONISTA: Renata Davila
NAZIONALITA': Brasile
ETA': 28-30
CONFORMITA' ALL'ANNUNCIO: si
SERVIZI OFFERTI: bj, bbj, rai2
COMPENSO RICHIESTO: 100
COMPENSO CONCORDATO:100
DURATA DELL'INCONTRO: 20 minuti circa
DESCRIZIONE FISICA: Alta, magra, bella dalla testa ai piedi
DOTAZIONE (S,M,L,XL,XXL): non pervenuta
ATTITUDINE: nervosa e indisponente
REPERIBILITA': difficoltosa
PRESENZA DI BARRIERE ARCHITETTONICHE: no
INDEX RICERCHE (numero telefonico nel formato 1234567xx): 32996050xx - 33129527xx

RECENSIONE:

L'incontro in questione risale a circa tre anni fa; il riferimento internet dove trovai l'annuncio non esiste più, oltretutto la tgatta non si trova attualmente in Italia (mi pare di aver letto che è in Francia). Volevo comunque condividere questa esperienza non solo per confermare che spesso le “belle non ballano”, come confermano altre rece riguardanti la suddetta (http://community.punterforum.com/rece-renata-davila-roma-toptransitalia-vt41024.html), ma che sono anche molto nervose. Ma procediamo per ordine. Intrigato dalle non indifferenti doti della bella Renata, più volte ammirate nei suoi film, non appena notai la sua presenza a Firenze (zona Piazzale Donatello) mi proposi di testarla e la contattai un sabato mattina; ci accordammo per il pomeriggio dello stesso giorno, ovviamente l'avrei richiamata una mezzora prima dell'ora stabilita. La richiamo e mi dice che è in ritardo e posticipa l'incontro. Va be', intanto cerco un parcheggio e lo trovo, non senza difficoltà. Approssimandosi l'ora mi avvicino alla location che mi aveva indicato e...la vedo sul marciapiede che parla concitatamente al telefono, gesticolando animatamente come se stesse litigando con qualcuno. Mi tengo a distanza cercando di non tenerle troppo gli occhi addosso, onde evitare situazioni imbarazzanti; un po' di portoghese lo mastico ma lei parla come una mitragliatrice e non si capisce un tubo. Va detto che anche se incavolata è sempre un bel vedere: indossa una canottierina, un paio di pantaloncini e le infradito; per chi passa dal marciapiede è in tutto e per tutto una donna. Finalmente finisce la telefonata, si gira verso di me e le faccio un gesto come dire “sono io”; lei accenna un sorriso, mi fa cenno di attendere, ed entra nell'appartamento accanto, con ingresso a piano terreno. Passa qualche minuto e dalla stessa porta esce un tipo che se ne va con calma; pochi istanti ancora e lei si affaccia facendomi cenno di entrare. Finalmente ci siamo, mi dico...e invece appena entro lei comincia a inveire contro una tipa di cui faccio appena a tempo a vedere un bel paio di poppe perché si chiude in bagno alla velocità della luce. Mi porta in camera e mi spiega il tutto; la tipa intravista è la trans con cui divide l'appartamento ed è colpevole, a suo dire, di non averla informata per tempo che c'è una sola camera da letto disponibile e che pertanto in due non è possibile lavorarci, visto che lei non intende fare a turno per ricevere i clienti. Forse era meglio se giravo i tacchi e me ne andavo subito ma lei si scusa per lo sfogo, mi dà un bacetto e mi invita a spogliarmi, cosa che faccio di buon grado. Anche lei si spoglia e...beh, trovarsi davanti quel culo a mandolino e quel fisichino stellare mi ripagano delle traversie fin qui patite. Ma è solo un'illusione. Dopo qualche carezza (di baci manco a parlarne) comincio a pomparla ma lei non smette di borbottare e brontolare per la situazione ed è talmente nervosa che quel pirillo che tanti hanno gustato e goduto nei suoi tanti film non vuol saperne di togliersi dallo standby. Ci metto tutto l'impegno ma non c'è niente da fare. Allora mi pompa lei e dopo un po' mi chiede di scoparla, visto che lei non ce la fa proprio. La prendo a pecos ma con tutto quel casino mi sento che sto per venire subito, rallento i colpi e lei invece mi incita a far presto; la giro e la prendo alla missionaria e in breve riempio il gommino. Ovviamente di usare il bagno non se ne parla, visto che dentro c'era l'altra; mentre mi rivesto (e lei riprende a brontolare) vedo scarpe disseminate per ogni stanza e un disordine generale. Lei si scusa di nuovo ma il centello lo esige lo stesso. Glielo do' e me ne vado ben volentieri.
 
Registrato
7 Ottobre 2011
Messaggi
7.833
Reaction score
17
Località
La città del sole
Matrice:
 

Allegati

  • 1.jpg
    1.jpg
    24 KB · Visite: 198
Commenta
Bakecaincontrii - annunci piccanti nella tua città
Alto