PAMELA STRIP BAR - PLZEN (PILSEN) - REPUBBLICA CECA | La Community di PUNTERFORUM

PAMELA STRIP BAR - PLZEN (PILSEN) - REPUBBLICA CECA

Registrato
24 Aprile 2008
Messaggi
174
Reaction score
0
La delizia di Plzen (no, non è una birra ...)

Dato che "gli avvenimenti qui narrati" (come dicono gli scrittori) sono abbastanza recenti (fine estate del 2007) ho deciso di tradurre in italiano questa recensione di un Eros Center di Plzen, nella Repubblica Ceca, che avevo pubblicato su InternationalSexGuide (forum Czech Republic, "Other Areas").
Spero di far cosa gradita ai colleghi punter che dovessero passare per Plzen (che per il resto non è che offra molto, anche in confronto alle altre città ceche).


Primo giorno a Plzen.

Qualche giorno dopo la mia non esaltante esperienza a Bratislava, nell'estate del 2007 (vedi il mio report a Collegamento alla pagina web non disponibile), mi sono spostato a Plzen, nella Repubblica Ceca.
Più brutta di Brno, più noiosa della rivale "città della birra" Ceske Budejovice, molto meno affascinante di Olomouc, meno tranquilla di Hradec Kralove, il sottoscritto ora non ha dubbi: Plzen è una città piuttosto noiosa e ben poco entusiasmante, anche quando confrontata con molte altre città medio-piccole della Repubblica Ceca.
Andate a visitare il birrificio della Pilsner Urquell (buona birra, anche se io preferisco e di molto la più "morbida" e dolce Budweiser), date un'occhiata alla non disprezzabile cattedrale e a poche altre cose oggetto di interesse (per esempio il museo della Skoda, se vi piacciono le automobili) e avrete esaurito tutto il divertimento che la città, in quanto "città", può offrirvi.
Dato che però non ci ero mai stato, nei miei precedenti viaggi in Boemia, ho deciso di fermarmi un paio di giorni.

Ok, lo confesso: una ragione non secondaria di questa scelta è stato un report del 2006 che lessi nell'ottimo forum di InternationalSexGuide! Il report parlava dei bordelli e dei club di Plzen, affermando che anche se molti bordelli cittadini erano deludenti, almeno uno valeva davvero la pena di essere visitato: il "Pamela Strip Bar".
Inoltre la descrizione del posto era già di per sè sufficiente a catturare il mio interesse: un bordello del tipo "walking-thru", stile tedesco.
Ovvero con camere che si aprono sui corridoi nei quali il punter può tranquillamente passeggiare, adocchiare, ammirare, "ingrifarsi", contattare, contrattare e infine concludere. Il mio tipo preferito di locale per il pay-for-pussy (and "for-ass", aggiungo!), almeno volendo rimanere in locali di livello abbastanza "cheap". Infatti, per i miei gusti questo tipo di bordelli di solito offre la migliore combinazione tra prestazioni, prezzo, numero e scelta delle ragazze. Ovviamente, si tratta delle mie personalissime preferenze.
Il report su ISG, quello che mi aveva "ispirato", era stato scritto da tale Gary69, che non finirò mai di ringraziare.

Bene, avendo guidato per parecchie ore da Bratislava fino a Plzen, la prima sera l'ho dedicata esclusivamente alla ricerca del bordello. Il Pamela Strip Bar si trova nella via Husova, al numero 15, molto vicino al centro città: dalla piazza principale (quella con la cattedrale) è una passeggiata di dieci minuti a piedi, cercate la via con Google Maps oppure andate qui http://www.stripbars.cz/club/strip_bar_pamela/club_12.htm.
Sembra che il locale abbia due entrate, una sulla via principale ed un'altra subito dietro l'angolo di una più stretta strada laterale, ma quest'ultimo ingresso io l'ho trovato chiuso. Perciò, il giorno seguente ho poi usato l'ingresso principale e penso che anche voi dovreste fare lo stesso. Ma la prima sera, dopo aver visto dov'era il posto, me ne sono andato a nanna presto.


Secondo giorno.

Il giorno seguente, un mercoledi, ero pronto per divertirmi davvero, così dopo cena sono andato al Pamela Strip Bar.
Come diceva quel report, il locale è un night-club "a due facce": a piano terra c'è un bar con spettacoli di strip-tease e lap-dance e nei tre piani superiori c'è un bordello. Quella sera, verso le 23, non ero nello spirito di "perdere" tempo guardando della gnocca fare lap-dance e neppure strip, così sono andati subito al "sodo", nel bordello, senza neppure entrare nel bar.
Per entrare nel bordello bisogna pagare 20 corone ceche (circa 0,73 euro) ad un tizio accanto ad un cancello interno, lui prende i soldi, apre il cancello e voi potete salire ai piani superiori. Per inciso, una volta che abbiate finito di sopra, scendete a piano terra e volete uscire, girate la chiave che sta nella serratura del cancello, nella parte interna: la prima volta non avevo fatto caso alla chiave e sono stato diversi secondi a fissare il tipo, aspettando che mi aprisse, con gran divertimento di alcune lap-dancer che stavano chiacchierando con lui!
Ma penso che adesso vi interessi di più sapere cosa ho trovato ai piani superiori, vero? :wink:

Bene, alle 23, in quei tre piani (ognuno dei quali ha circa 30 camere), ho trovato solo una ventina di ragazze "visibili", che aspettavano clienti nella stanza oppure sulla soglia. Ovviamente alcune ragazze erano al lavoro, dietro le porte chiuse, ma certamente l'eros center non era riempito per più di un terzo della sua capacità massima. Dopo aver fatto la perlustrazione completa dei tre piani e con un pò di delusione per il numero relativamente basso di ragazze, ho fatto mentalmente il punto sulla qualità delle girls: beh, in fondo non erano male! La mia personale valutazione andava da un voto di 5 fino ad 8, con una media sul 7.5.
Ho quindi cominciato a chiedere a 5 o 6 ragazze le tariffe: tutte invariabilmente chiedevano 1000 corone ceche (circa 37 euro) per 30 minuti o 2000 corone per un'ora, con i servizi classici: BJ e Rai1.
La maggior parte di loro non ti lasciava vedere Rai2 (cosa che chiedo sempre, da buon appassionato di quella parte anatomica femminile ...) ma ... almeno una di loro SI!

Valeria, una gradevole mora, abbastanza alta e con un fisico al tempo stesso "imponente" e gradevole, mi ha chiesto 2000 corone per BJ, Rai1 E Rai2!
Inizialmente sono rimasto un pò scettico, dato che nella precedente settimana, girando l'Ungheria e la Svlovacchia non avevo trovato ALCUNA "fanciulla anale"! Ed ora sembrava che io avessi trovato una bella e giovane ragazza ceca, con un viso piacevole, un sorriso invitante ed un sacco di curve (incluso un sederotto "importante" ma sodo e ben fatto), disponibile ad essere penetrata posteriormente in una comoda camera e ad un prezzo ragionevole! Bene, proviamo, mi sono detto, sospettando la fregatura. Per fortuna, mi sbagliavo! :i-m_so_happy:

Valeria non solo è carina e gentile (e con l'ulteriore aspetto positivo di un buon inglese), ma ha fatto esattamente quello che aveva promesso, per il prezzo concordato. Lei ha chiuso la porta e subito ho fatto la mia domanda standard: "Potremmo avere un pò più di luce?". Io non so perchè così tante ragazze lavorano con così poca luce, forse per celare ai clienti dei difetti fisici o forse per evitare la vista dei "fisici" dei clienti! :biggrin: Comunque, io trovo che in tanti casi sia davvero un peccato, in particolare per un tipo "visuale" come il sottoscritto: toccare (e magari annusare) il corpo di una fanciulla è una gran cosa, ma la cosa che a me personalmente fa eccitare di più è vedere delle belle forme femminili! Fortunatamente, Valeria è stata molto gentile anche in questo: immediatamente ha alzato le luci nella stanza, così ho potuto ammirarla nuda.

Per capirci: non è una top model, nè una ragazza particolarmente "snella". Però non è neppure grassa, affatto. Sono quasi 170 centimetri di ragazza, con capelli neri, occhi scuri ed un corpo sodo ed abbronzato (a cui ho dato voto 8, 8 e mezzo). Mi ha detto di avere 20 anni e sebbene inizialmente io glie ne avessi dati tre o quattro di più (probabilmente anche a causa dell'aspetto giunonico) poi sono stato incline a crederle: tette gradevoli e sode e soprattutto belle cosciotte tonde ed un sedere notevole, entrambe le parti anatomiche *senza alcuna traccia di cellulite!* Una vera "ragazza della porta accanto", il tipo "studentessa", senza il tipico aspetto da professionista del mestiere. Esattamente il tipo che ci vuole per farmi andare su di giri! :woottrizomeno:

Mi ha detto di venire da Brno, dove ha lavorato come barista fino a quattro giorni prima! "Ti piace il tuo nuovo lavoro?", le ho chiesto. "Beh, è un pò presto per dirlo, ci sono pro e contro.", ha risposto con un sorriso. Brava e dolce ragazza.
Ma vi ho già parlato dell'aspetto "sesso"? No? Oooops!

Bene, la parte "sesso" è stata davvero positiva. In effetti, considerando la sua bellezza, la sua dolcezza e l'eccitante sodomizzazione che mi ha concesso, è stata una grande esperienza!

Andiamo con ordine: come prima cosa abbiamo iniziato con il classico e preliminare blow-job. Buono, ma non eccezionale (voto: 7). Ma per me il BJ è sempre solo uno "stuzzichino" e, infatti, la cosa ha reso il mio amichetto piuttosto rigido.

Dopo di che siamo passati alla scopata nella passerotta, io disteso sulla schiena e lei ad andare su e giù sopra di me: una buona ripassatina, in una fighetta bella calda (voto: 8). Dopo 10-15 minuti di lavoro di bocca e di pussy, siamo finalmente arrivati alla "portata" principale: "Anal, now?" mi ha chiesto con vocina adolescenziale. Ovviamente non mi sono fatto pregare: "Yes, of course!". :w00tmesalia:

Allora lei ha aperto una borsa, ha tirato fuori un tubetto di lubrificante e si è sistemata sul letto, il ginocchio destro appoggiato al materasso e la gamba sinistra piegata a novanta gradi con il piede appoggiato di piatto sulla coperta: in pratica, mi ha mostrato il suo sederotto aperto, in tutta la gloria delle chiappe bene allargate, e ha cominciato ad inserire il suo ditino lubrificato nel buchetto posteriore. E mentre faceva questo teneva la testa girata e mi guardava dritto negli occhi, con uno sguardo assolutamente da porcella eccitata (e con un pizzico di ansietà). Che spettacolo! :w00t: Sono ben abituato alla vista di ragazze che si lubrificano lo sfintere prima di una scopata anale, ma di solito lo fanno molto rapidamente e sensa alcuna forma di civetteria erotica: in questo caso, invece, Valeria sembrava dire "Adesso scopami il culo!". :w00t:

Ho guardato dritto dritto il suo buchino: perfetto, quasi dello stesso colore della pelle circostante, con un sacco di deliziose pieghine, solo un pochino aperto a causa del lavoro di lubrificazione che Valeria si era appena fatta. Lei si è messa alla pecorina e io l'ho penetrata imemdiatamente nel buchino stretto: è stato sorprendentemente facile. Ho cominciato a pompare, godendomi sia la sensazione tattile che quella visiva: un meraviglioso sedere di una ragazza di vent'anni, con soffici natiche abbronzate ad accarezzarmi l'inguine. Non volevo venire troppo presto, così dopo un pò le ho chiesto di cambiare posizione: "Ok". Ho tirato fuori il "compare" e ... sorpresa! ... era un pò sporchetto. Lei ha guardato il mio uccello e ha detto, senza alcun imbarazzo: "Oh bè, si sa che quando si fa l'anale ...". E con mossa sorprendentemente rapida e precisa ha preso un fazzoletto di carta e ha tolto il condom sporco, sostituendolo con uno nuovo. :good:

Dopo di che l'ho fatta mettere sdraiata sulla pancia, a gambe divaricate, con quel magnifico culo aperto per il mio uccello, e ho ricominciato a pomparla così fino all'orgasmo, che ho raggiunto sussurrandole non so più quali oscenità all'orecchio.
Dopo qualche momento di relax su quel magnifico e soffice "cuscino", è arrivato il momento delle chiacchiere post-scopata.

Valeria mi ha detto che era la prima volta che faceva sesso anale con un cliente. Dovevo crederle? Bene, se davvero era solo il suo quarto giorno di lavoro come sex worker la cosa era ragionevolmente possibile. A, dopo tutto, ho sempre trovato che le prostitute che sono abituate a concedere Rai2 di solito tengono il loro retto *molto* pulito (in molti casi *sorprendentemente* e piacevolmente pulito) mentre quelle poco avvezze alla cosa spesso lo hanno più sporco. Perciò, penso che la "prima volta anale con un cliente" sia probabilmente la verità. Naturalmente, non era affatto una "vergine anale"! E' stato davvero facile sodomizzarla, così suppongo che abbia fatto *un sacco* di pratica anale con i suoi fortunati fidanzati. Probabilmente ha lasciato a Brno molti cuori infranti (e molti uccelli affamati)! :biggrin:

Prima di salutarla le ho dato altre 200 corone di mancia (che ha ricevuto con un certo imbarazzo, forse sono stato anche il primo cliente a lasciarle la mancia!).

Il mio voto all'esperienza sessuale con Valeria (incentrata sul rapporto anale, ovviamente): 9! La sola cosa che rimpiango è stato di non averle leccato il buchino come prima cosa (ma ad essere onesti non glie l'avevo chiesto), se no le avrei dato un 10 pieno!

Volete conoscere dove si trova la sua stanza? Bene, devo ammettere la mia colpa: non sono più sicuro se fosse al secondo o al terzo piano. In ogni caso, una volta entrati nel corridoio, al secondo o terzo piano (provateli entrambi), girate a destra: la sua stanza è cinque metri avanti, sulla sinistra (o, almeno, era lì qualche mese fa).


Tirando le somme: la prima notte al Pamela Strip Bar è andata molto oltre le mie aspettative, nonostante il non grande numero di ragazze disponibili. Valeria è una vera gemma, per la sua freschezza e il servizio che offre. La raccomando caldamente, soprattutto a coloro che, come me, sono anal-dipendenti e preferiscono le ragazze giovani! Ricordatevi solo di trattarla bene, se no vengo lì e vi do un cazzotto sul naso! :treaten:

Naturalmente, dopo questa esperienza sono andato a dormire, completamente soddisfatto. Così soddisfatto che da pensare che la sera seguente me la sarei presa "di riposo", al massimo sarei andato a visitare il lap-dance bar del Pamela.
Invece, mi sbagliavo!



Terzo giorno.

Il terzo giorno, in realtà, ero di nuovo "su di giri", pensando al delizioso, difficilmente ottenibile e sostanzialmente a buon mercato sesso anale fatto con Valeria. Così, a sera ho puntato di nuovo il timone verso il Pamela Strip Bar.
Sono subito entrato nel bar, tanto per dare un'occhiata: era molto affollato e tutti gli occhi erano puntati su una veramente *fantastica* ragazza che si attorcigliava attorno al palo dell lap-dance. Avete presente le donnine disegnate da Milo Manara? Ecco, la ragazza era proprio come quelle: un corpo assolutamente perfetto, da 10 e lode. Però, io sapevo della separazione tra lo strip bar e il bordello ai piani superiori e non volevo stare a cercare un improbabile aggancio scopereccio con una lap dancer. Così, dopo qualche minuto sono salito di sopra.

Questa volta, alle 22:50, ho trovato solo 12 ragazze dentro a camere aperte, ma ho avuto la sensazione che un maggior numero di ragazze, rispetto alla sera precedente, fosse già al lavoro. Ho cominciato a chiedere le tariffe a ragazze che non avevo intervistato la sera prima, per scoprire che erano esattamente lo stesso importo per gli stessi servizi e durate. Purtroppo, nessuna delle fanciulle era una ragazza "anale".
Gironzolando per i corridoi, sono capitato vicino alla stanza di Valeria: la porta era chiusa, ma improvvisamente si è aperta ed un cliente è uscito, seguito dalla "mia "deliziosa ragazza! Volete sapere cosa ho fatto? Se l'ho salutata e le ho chiesto un'altra cavalcata tra le sue belle natiche? Macchè! Mi sono immediatamente girato, facendo finta di non averla vista. Con la coda dell'occhio ho visto che lei mi aveva riconosciuto, ma io mi sono girato e sono sceso al piano di sotto. :mda:
Perchè l'ho fatto? Semplice. Io ho un serio "difetto": mi piace cambiare partner, se posso farlo, e avendo solo un'altra notte a Plzen ho preferito cercare un'altra ragazza, anche per avere un'idea più attendibile della qualità del bordello. Mi spiace, piccola Valeria, sei fantastica ma io ho anche un lavoro da fare, a beneficio degli utenti del Forum! :wink:

Così, ho deciso di cercare ancora. Mi sono ricordato di aver visto, la sera prima, una mora non da buttar via, al primo piano, nella zona delle sex workers più anziane (che non sono certo la mia passione ...). Per una strana sensazione, io "sentivo" che lei avrebbe potuto essere una ragazza "anale". Perciò l'ho avvicinata, con qualche "cautela": io trovo che sia non solo inutile ma anche poco piacevole e triste "intervistare" ragazze che non mi attraggono e che "sento" fin dall'inizio che non scoperò, così cerco sempre di valutare il loro grado di attrattiva prima di contattarle.

Bene, guardandola con più attenzione non era per niente male! :ok:
La notte precedente avevo frettolosamente mal valutato la sua età, pensando che fosse oltre i quaranta. Adesso, invece, le stimavo tra i 30 e i 35. Lei aveva occhi azzurri molto belli e capelli neri (sfortunatamente non molto curati: qualcuno le consigli un buon parrucchiere!). Ho guardato come era fatta (era in biancheria intima, come le altre ragazze): alta circa 1.62, tette abbastanza valide, gambe gradevoli, niente cellulite e ... che dire del "popò"? Fortunatamente, proprio in quel momento lei si è girata per andare verso il letto nella stanza e sono stato in grado di fare la mia valutazione: approvato! Il mio "compare-sotto-la-cintura" immediatamente mi ha comunicato anche la sua approvazione: "Chiediglielo, voglio quel sedere!". :w00t:
Un ordine, più che un invito, così mi sono avvicinato e l'ho contattata. Lei parla tedesco (che io non conosco), ma quasi niente di inglese, però non è stato difficile intendersi. La tariffa era quella standard: 1000 corone per 30 minuti. "And ... anal?", le ho chiesto, pregando tra me e me che fosse davvero la anal-girl che avevo "intuito" ... "Anal 2000 crowns, 30 minutes."
WOW, ne avevo trovata un'altra! :yahoo:
Ero così contento che, come già la notte prima con Valeria, non ho neppure pensato di contrattare sul prezzo. Forse sarebbe anche possibile avere quei bei sederotti per meno di 2000 corone. Comunque, ci siamo accordati per Rai2 a 2000 corone.

Il suo nome è Ivana, è una ragazza ceca che viene da Chomutov. Proprio come la sera prima, ho subito chiesto più luce, ma Ivana mi ha fatto notare che la tenda della sua finestra era molto sottile e fare più luce ci avrebbe esposti allo sguardo dei cittadini che vivono nel palazzo di fronte! Purtroppo, ho dovuto ammettere che aveva ragione e non ho insistito. Comunque, la luce era abbastanza per apprezzare la ragazza, così mi sono dedicato al sesso.

La cosa si è svolta più o meno come con Valeria: come prima cosa, un classico blowjob. Ma, ragazzi, questo è stato un BJ molto migliore (voto: 9)! Quasi troppo buono, tanto che ho rischiato di venire subito. Dopo di che, un breve rapporto vaginale in posizione frontale, che mi ha dato l'occasione di guardarla bene (e fisicamente mi è piaciuta). Il suo atteggiamento era un pò "freddo", purtroppo, ma molto professionale. La scopata nella pussy la valuto 7.

Dopo di che siamo passati ai piaceri anali, alla pecorina. Ancora una volta, non ho chiesto di lavorare di lingua sul e nel buchino: come Valeria, ha agguantato un tubetto di lubrificante ed ha cominciato un ditalino posteriore preparatorio così velocemente da anticipare ogni possibile richiesta! Si è lubrificata *un sacco* lo sfintere (dwvvero gradevole, anche se mi piaceva un pò di più quello di Valeria) e ho comiciato a stantuffare.
Ragazzi, ero estasiato: nelle settimane precedenti avevo cercato invano, in Ungheria e Slovacchia, delle anal-girl ed ora stavo scopando un notevole posteriore femminile, per la seconda sera consecutiva! Anche il "compare" era soddisfatto: il retto di Ivana era caldo e stretto nella misura giusta, le sue natiche soffici e ben fatte. Era chiaro che era ben addestrata a farlo (dopo tutti questi anni mi è subito evidente la differenza tra una anal-girl esperta, una "saltuaria" ed una "vergine anale").

Avendo trovato che lei era gentile, calma e professionale, le ho chiesto (ed ottenuto) di finire il lavoro in posizione frontale di sodomizzazione, con le sue caviglie sulle mie spalle ed una profonda pompata nel suo ano, fino allo shot finale (il tutto protetto da condom). Purtroppo, il rischio di malattie davvero gravi ci depriva del piacere di riempire "al naturale" quei deliziosi buchi e anche questa volta è stato così, naturalmente.
Quando ho tirato fuori l'uccello, ho potuto notare che il preservativo era perfettamente pulito. Bene, sembra che Ivana sappia davvero come usare il suo bel culetto ...

La mia valutazione del sesso fatto con Ivana (ovviamente incentrato soprattutto sulla parte anale, come ormai avrete capito!) gli da un bel voto di 8.5. Sfortunatamente lei era un pò "fredda", se no il voto salirebbe a 9 (ma la sua scarsa conoscenza dell'inglese e la mia non conoscenza del tedesco potrebbero aver giocato una grossa parte nel non aver stabilito un maggiore contatto interpersonale, per quanto breve e superficiale).

Ivana si trovava al primo piano: è una delle primissime stanze che si vedono entrando nel corridoio, quando si entra dalle scale, subito a pochi metri sulla sinistra.


Conclusione.

Il giorno successivo ho lasciato Plzen, completamente convinto che il Pamela Strip Bar è uno dei migliori bordelli a basso costo dove sono stato, migliore di diversi "walking-thru" tedeschi. Non ci sono molte ragazze, ma ce ne sono abbastanza perchè ognuno ne trovi, suppongo, almeno una che fa per lui. Se dovessi soggiornare a Plzen sono sicuro che farei l'"abbonamento" sia a Valeria che ad Ivana!
E suppongo che ci siano altre gemme nascoste in quei tre piani. Infatti ho visto un certo numero di ragazze notevoli, alcune di queste non danno Rai2 mentre altre non sono stato in grado di contattarle. Se siete più appassionati della passerotta che del culetto, ovviamente avrete una scelta molto più ampia ad un prezzo inferiore.

Perciò, il mio suggerimento a tutti i colleghi punter è di fermarsi per una notte o due a Plzen: non so altri bordelli, ma il Pamela Strip Bar è abbastanza per meritare una tappa.
Forse qualche collega con più iniziativa di me riuscirà a scoprire se c'è qualche speranza di avere un pò di "vera azione" anche con le lap dancer!


mustiqueblue
 
Registrato
22 Dicembre 2008
Messaggi
39
Reaction score
0
Re: Plzen - Repubblica Ceca - Pamela Strip Bar

mustiqueblue ha scritto:
La delizia di Plzen (no, non è una birra ...)

Dato che "gli avvenimenti qui narrati" (come dicono gli scrittori) sono abbastanza recenti (fine estate del 2007) ho deciso di tradurre in italiano questa recensione di un Eros Center di Plzen, nella Repubblica Ceca, che avevo pubblicato su InternationalSexGuide (forum Czech Republic, "Other Areas").
Spero di far cosa gradita ai colleghi punter che dovessero passare per Plzen (che per il resto non è che offra molto, anche in confronto alle altre città ceche).


Primo giorno a Plzen.

Qualche giorno dopo la mia non esaltante esperienza a Bratislava, nell'estate del 2007 (vedi il mio report a Collegamento alla pagina web non disponibile), mi sono spostato a Plzen, nella Repubblica Ceca.
Più brutta di Brno, più noiosa della rivale "città della birra" Ceske Budejovice, molto meno affascinante di Olomouc, meno tranquilla di Hradec Kralove, il sottoscritto ora non ha dubbi: Plzen è una città piuttosto noiosa e ben poco entusiasmante, anche quando confrontata con molte altre città medio-piccole della Repubblica Ceca.
Andate a visitare il birrificio della Pilsner Urquell (buona birra, anche se io preferisco e di molto la più "morbida" e dolce Budweiser), date un'occhiata alla non disprezzabile cattedrale e a poche altre cose oggetto di interesse (per esempio il museo della Skoda, se vi piacciono le automobili) e avrete esaurito tutto il divertimento che la città, in quanto "città", può offrirvi.
Dato che però non ci ero mai stato, nei miei precedenti viaggi in Boemia, ho deciso di fermarmi un paio di giorni.

Ok, lo confesso: una ragione non secondaria di questa scelta è stato un report del 2006 che lessi nell'ottimo forum di InternationalSexGuide! Il report parlava dei bordelli e dei club di Plzen, affermando che anche se molti bordelli cittadini erano deludenti, almeno uno valeva davvero la pena di essere visitato: il "Pamela Strip Bar".
Inoltre la descrizione del posto era già di per sè sufficiente a catturare il mio interesse: un bordello del tipo "walking-thru", stile tedesco.
Ovvero con camere che si aprono sui corridoi nei quali il punter può tranquillamente passeggiare, adocchiare, ammirare, "ingrifarsi", contattare, contrattare e infine concludere. Il mio tipo preferito di locale per il pay-for-pussy (and "for-ass", aggiungo!), almeno volendo rimanere in locali di livello abbastanza "cheap". Infatti, per i miei gusti questo tipo di bordelli di solito offre la migliore combinazione tra prestazioni, prezzo, numero e scelta delle ragazze. Ovviamente, si tratta delle mie personalissime preferenze.
Il report su ISG, quello che mi aveva "ispirato", era stato scritto da tale Gary69, che non finirò mai di ringraziare.

Bene, avendo guidato per parecchie ore da Bratislava fino a Plzen, la prima sera l'ho dedicata esclusivamente alla ricerca del bordello. Il Pamela Strip Bar si trova nella via Husova, al numero 15, molto vicino al centro città: dalla piazza principale (quella con la cattedrale) è una passeggiata di dieci minuti a piedi, cercate la via con Google Maps oppure andate qui http://www.stripbars.cz/club/strip_bar_pamela/club_12.htm.
Sembra che il locale abbia due entrate, una sulla via principale ed un'altra subito dietro l'angolo di una più stretta strada laterale, ma quest'ultimo ingresso io l'ho trovato chiuso. Perciò, il giorno seguente ho poi usato l'ingresso principale e penso che anche voi dovreste fare lo stesso. Ma la prima sera, dopo aver visto dov'era il posto, me ne sono andato a nanna presto.


Secondo giorno.

Il giorno seguente, un mercoledi, ero pronto per divertirmi davvero, così dopo cena sono andato al Pamela Strip Bar.
Come diceva quel report, il locale è un night-club "a due facce": a piano terra c'è un bar con spettacoli di strip-tease e lap-dance e nei tre piani superiori c'è un bordello. Quella sera, verso le 23, non ero nello spirito di "perdere" tempo guardando della gnocca fare lap-dance e neppure strip, così sono andati subito al "sodo", nel bordello, senza neppure entrare nel bar.
Per entrare nel bordello bisogna pagare 20 corone ceche (circa 0,73 euro) ad un tizio accanto ad un cancello interno, lui prende i soldi, apre il cancello e voi potete salire ai piani superiori. Per inciso, una volta che abbiate finito di sopra, scendete a piano terra e volete uscire, girate la chiave che sta nella serratura del cancello, nella parte interna: la prima volta non avevo fatto caso alla chiave e sono stato diversi secondi a fissare il tipo, aspettando che mi aprisse, con gran divertimento di alcune lap-dancer che stavano chiacchierando con lui!
Ma penso che adesso vi interessi di più sapere cosa ho trovato ai piani superiori, vero? :wink:

Bene, alle 23, in quei tre piani (ognuno dei quali ha circa 30 camere), ho trovato solo una ventina di ragazze "visibili", che aspettavano clienti nella stanza oppure sulla soglia. Ovviamente alcune ragazze erano al lavoro, dietro le porte chiuse, ma certamente l'eros center non era riempito per più di un terzo della sua capacità massima. Dopo aver fatto la perlustrazione completa dei tre piani e con un pò di delusione per il numero relativamente basso di ragazze, ho fatto mentalmente il punto sulla qualità delle girls: beh, in fondo non erano male! La mia personale valutazione andava da un voto di 5 fino ad 8, con una media sul 7.5.
Ho quindi cominciato a chiedere a 5 o 6 ragazze le tariffe: tutte invariabilmente chiedevano 1000 corone ceche (circa 37 euro) per 30 minuti o 2000 corone per un'ora, con i servizi classici: BJ e Rai1.
La maggior parte di loro non ti lasciava vedere Rai2 (cosa che chiedo sempre, da buon appassionato di quella parte anatomica femminile ...) ma ... almeno una di loro SI!

Valeria, una gradevole mora, abbastanza alta e con un fisico al tempo stesso "imponente" e gradevole, mi ha chiesto 2000 corone per BJ, Rai1 E Rai2!
Inizialmente sono rimasto un pò scettico, dato che nella precedente settimana, girando l'Ungheria e la Svlovacchia non avevo trovato ALCUNA "fanciulla anale"! Ed ora sembrava che io avessi trovato una bella e giovane ragazza ceca, con un viso piacevole, un sorriso invitante ed un sacco di curve (incluso un sederotto "importante" ma sodo e ben fatto), disponibile ad essere penetrata posteriormente in una comoda camera e ad un prezzo ragionevole! Bene, proviamo, mi sono detto, sospettando la fregatura. Per fortuna, mi sbagliavo! :i-m_so_happy:

Valeria non solo è carina e gentile (e con l'ulteriore aspetto positivo di un buon inglese), ma ha fatto esattamente quello che aveva promesso, per il prezzo concordato. Lei ha chiuso la porta e subito ho fatto la mia domanda standard: "Potremmo avere un pò più di luce?". Io non so perchè così tante ragazze lavorano con così poca luce, forse per celare ai clienti dei difetti fisici o forse per evitare la vista dei "fisici" dei clienti! :biggrin: Comunque, io trovo che in tanti casi sia davvero un peccato, in particolare per un tipo "visuale" come il sottoscritto: toccare (e magari annusare) il corpo di una fanciulla è una gran cosa, ma la cosa che a me personalmente fa eccitare di più è vedere delle belle forme femminili! Fortunatamente, Valeria è stata molto gentile anche in questo: immediatamente ha alzato le luci nella stanza, così ho potuto ammirarla nuda.

Per capirci: non è una top model, nè una ragazza particolarmente "snella". Però non è neppure grassa, affatto. Sono quasi 170 centimetri di ragazza, con capelli neri, occhi scuri ed un corpo sodo ed abbronzato (a cui ho dato voto 8, 8 e mezzo). Mi ha detto di avere 20 anni e sebbene inizialmente io glie ne avessi dati tre o quattro di più (probabilmente anche a causa dell'aspetto giunonico) poi sono stato incline a crederle: tette gradevoli e sode e soprattutto belle cosciotte tonde ed un sedere notevole, entrambe le parti anatomiche *senza alcuna traccia di cellulite!* Una vera "ragazza della porta accanto", il tipo "studentessa", senza il tipico aspetto da professionista del mestiere. Esattamente il tipo che ci vuole per farmi andare su di giri! :woottrizomeno:

Mi ha detto di venire da Brno, dove ha lavorato come barista fino a quattro giorni prima! "Ti piace il tuo nuovo lavoro?", le ho chiesto. "Beh, è un pò presto per dirlo, ci sono pro e contro.", ha risposto con un sorriso. Brava e dolce ragazza.
Ma vi ho già parlato dell'aspetto "sesso"? No? Oooops!

Bene, la parte "sesso" è stata davvero positiva. In effetti, considerando la sua bellezza, la sua dolcezza e l'eccitante sodomizzazione che mi ha concesso, è stata una grande esperienza!

Andiamo con ordine: come prima cosa abbiamo iniziato con il classico e preliminare blow-job. Buono, ma non eccezionale (voto: 7). Ma per me il BJ è sempre solo uno "stuzzichino" e, infatti, la cosa ha reso il mio amichetto piuttosto rigido.

Dopo di che siamo passati alla scopata nella passerotta, io disteso sulla schiena e lei ad andare su e giù sopra di me: una buona ripassatina, in una fighetta bella calda (voto: 8). Dopo 10-15 minuti di lavoro di bocca e di pussy, siamo finalmente arrivati alla "portata" principale: "Anal, now?" mi ha chiesto con vocina adolescenziale. Ovviamente non mi sono fatto pregare: "Yes, of course!". :w00tmesalia:

Allora lei ha aperto una borsa, ha tirato fuori un tubetto di lubrificante e si è sistemata sul letto, il ginocchio destro appoggiato al materasso e la gamba sinistra piegata a novanta gradi con il piede appoggiato di piatto sulla coperta: in pratica, mi ha mostrato il suo sederotto aperto, in tutta la gloria delle chiappe bene allargate, e ha cominciato ad inserire il suo ditino lubrificato nel buchetto posteriore. E mentre faceva questo teneva la testa girata e mi guardava dritto negli occhi, con uno sguardo assolutamente da porcella eccitata (e con un pizzico di ansietà). Che spettacolo! :w00t: Sono ben abituato alla vista di ragazze che si lubrificano lo sfintere prima di una scopata anale, ma di solito lo fanno molto rapidamente e sensa alcuna forma di civetteria erotica: in questo caso, invece, Valeria sembrava dire "Adesso scopami il culo!". :w00t:

Ho guardato dritto dritto il suo buchino: perfetto, quasi dello stesso colore della pelle circostante, con un sacco di deliziose pieghine, solo un pochino aperto a causa del lavoro di lubrificazione che Valeria si era appena fatta. Lei si è messa alla pecorina e io l'ho penetrata imemdiatamente nel buchino stretto: è stato sorprendentemente facile. Ho cominciato a pompare, godendomi sia la sensazione tattile che quella visiva: un meraviglioso sedere di una ragazza di vent'anni, con soffici natiche abbronzate ad accarezzarmi l'inguine. Non volevo venire troppo presto, così dopo un pò le ho chiesto di cambiare posizione: "Ok". Ho tirato fuori il "compare" e ... sorpresa! ... era un pò sporchetto. Lei ha guardato il mio uccello e ha detto, senza alcun imbarazzo: "Oh bè, si sa che quando si fa l'anale ...". E con mossa sorprendentemente rapida e precisa ha preso un fazzoletto di carta e ha tolto il condom sporco, sostituendolo con uno nuovo. :good:

Dopo di che l'ho fatta mettere sdraiata sulla pancia, a gambe divaricate, con quel magnifico culo aperto per il mio uccello, e ho ricominciato a pomparla così fino all'orgasmo, che ho raggiunto sussurrandole non so più quali oscenità all'orecchio.
Dopo qualche momento di relax su quel magnifico e soffice "cuscino", è arrivato il momento delle chiacchiere post-scopata.

Valeria mi ha detto che era la prima volta che faceva sesso anale con un cliente. Dovevo crederle? Bene, se davvero era solo il suo quarto giorno di lavoro come sex worker la cosa era ragionevolmente possibile. A, dopo tutto, ho sempre trovato che le prostitute che sono abituate a concedere Rai2 di solito tengono il loro retto *molto* pulito (in molti casi *sorprendentemente* e piacevolmente pulito) mentre quelle poco avvezze alla cosa spesso lo hanno più sporco. Perciò, penso che la "prima volta anale con un cliente" sia probabilmente la verità. Naturalmente, non era affatto una "vergine anale"! E' stato davvero facile sodomizzarla, così suppongo che abbia fatto *un sacco* di pratica anale con i suoi fortunati fidanzati. Probabilmente ha lasciato a Brno molti cuori infranti (e molti uccelli affamati)! :biggrin:

Prima di salutarla le ho dato altre 200 corone di mancia (che ha ricevuto con un certo imbarazzo, forse sono stato anche il primo cliente a lasciarle la mancia!).

Il mio voto all'esperienza sessuale con Valeria (incentrata sul rapporto anale, ovviamente): 9! La sola cosa che rimpiango è stato di non averle leccato il buchino come prima cosa (ma ad essere onesti non glie l'avevo chiesto), se no le avrei dato un 10 pieno!

Volete conoscere dove si trova la sua stanza? Bene, devo ammettere la mia colpa: non sono più sicuro se fosse al secondo o al terzo piano. In ogni caso, una volta entrati nel corridoio, al secondo o terzo piano (provateli entrambi), girate a destra: la sua stanza è cinque metri avanti, sulla sinistra (o, almeno, era lì qualche mese fa).


Tirando le somme: la prima notte al Pamela Strip Bar è andata molto oltre le mie aspettative, nonostante il non grande numero di ragazze disponibili. Valeria è una vera gemma, per la sua freschezza e il servizio che offre. La raccomando caldamente, soprattutto a coloro che, come me, sono anal-dipendenti e preferiscono le ragazze giovani! Ricordatevi solo di trattarla bene, se no vengo lì e vi do un cazzotto sul naso! :treaten:

Naturalmente, dopo questa esperienza sono andato a dormire, completamente soddisfatto. Così soddisfatto che da pensare che la sera seguente me la sarei presa "di riposo", al massimo sarei andato a visitare il lap-dance bar del Pamela.
Invece, mi sbagliavo!



Terzo giorno.

Il terzo giorno, in realtà, ero di nuovo "su di giri", pensando al delizioso, difficilmente ottenibile e sostanzialmente a buon mercato sesso anale fatto con Valeria. Così, a sera ho puntato di nuovo il timone verso il Pamela Strip Bar.
Sono subito entrato nel bar, tanto per dare un'occhiata: era molto affollato e tutti gli occhi erano puntati su una veramente *fantastica* ragazza che si attorcigliava attorno al palo dell lap-dance. Avete presente le donnine disegnate da Milo Manara? Ecco, la ragazza era proprio come quelle: un corpo assolutamente perfetto, da 10 e lode. Però, io sapevo della separazione tra lo strip bar e il bordello ai piani superiori e non volevo stare a cercare un improbabile aggancio scopereccio con una lap dancer. Così, dopo qualche minuto sono salito di sopra.

Questa volta, alle 22:50, ho trovato solo 12 ragazze dentro a camere aperte, ma ho avuto la sensazione che un maggior numero di ragazze, rispetto alla sera precedente, fosse già al lavoro. Ho cominciato a chiedere le tariffe a ragazze che non avevo intervistato la sera prima, per scoprire che erano esattamente lo stesso importo per gli stessi servizi e durate. Purtroppo, nessuna delle fanciulle era una ragazza "anale".
Gironzolando per i corridoi, sono capitato vicino alla stanza di Valeria: la porta era chiusa, ma improvvisamente si è aperta ed un cliente è uscito, seguito dalla "mia "deliziosa ragazza! Volete sapere cosa ho fatto? Se l'ho salutata e le ho chiesto un'altra cavalcata tra le sue belle natiche? Macchè! Mi sono immediatamente girato, facendo finta di non averla vista. Con la coda dell'occhio ho visto che lei mi aveva riconosciuto, ma io mi sono girato e sono sceso al piano di sotto. :mda:
Perchè l'ho fatto? Semplice. Io ho un serio "difetto": mi piace cambiare partner, se posso farlo, e avendo solo un'altra notte a Plzen ho preferito cercare un'altra ragazza, anche per avere un'idea più attendibile della qualità del bordello. Mi spiace, piccola Valeria, sei fantastica ma io ho anche un lavoro da fare, a beneficio degli utenti del Forum! :wink:

Così, ho deciso di cercare ancora. Mi sono ricordato di aver visto, la sera prima, una mora non da buttar via, al primo piano, nella zona delle sex workers più anziane (che non sono certo la mia passione ...). Per una strana sensazione, io "sentivo" che lei avrebbe potuto essere una ragazza "anale". Perciò l'ho avvicinata, con qualche "cautela": io trovo che sia non solo inutile ma anche poco piacevole e triste "intervistare" ragazze che non mi attraggono e che "sento" fin dall'inizio che non scoperò, così cerco sempre di valutare il loro grado di attrattiva prima di contattarle.

Bene, guardandola con più attenzione non era per niente male! :ok:
La notte precedente avevo frettolosamente mal valutato la sua età, pensando che fosse oltre i quaranta. Adesso, invece, le stimavo tra i 30 e i 35. Lei aveva occhi azzurri molto belli e capelli neri (sfortunatamente non molto curati: qualcuno le [CENSORED] un buon parrucchiere!). Ho guardato come era fatta (era in biancheria intima, come le altre ragazze): alta circa 1.62, tette abbastanza valide, gambe gradevoli, niente cellulite e ... che dire del "popò"? Fortunatamente, proprio in quel momento lei si è girata per andare verso il letto nella stanza e sono stato in grado di fare la mia valutazione: approvato! Il mio "compare-sotto-la-cintura" immediatamente mi ha comunicato anche la sua approvazione: "Chiediglielo, voglio quel sedere!". :w00t:
Un ordine, più che un invito, così mi sono avvicinato e l'ho contattata. Lei parla tedesco (che io non conosco), ma quasi niente di inglese, però non è stato difficile intendersi. La tariffa era quella standard: 1000 corone per 30 minuti. "And ... anal?", le ho chiesto, pregando tra me e me che fosse davvero la anal-girl che avevo "intuito" ... "Anal 2000 crowns, 30 minutes."
WOW, ne avevo trovata un'altra! :yahoo:
Ero così contento che, come già la notte prima con Valeria, non ho neppure pensato di contrattare sul prezzo. Forse sarebbe anche possibile avere quei bei sederotti per meno di 2000 corone. Comunque, ci siamo accordati per Rai2 a 2000 corone.

Il suo nome è Ivana, è una ragazza ceca che viene da Chomutov. Proprio come la sera prima, ho subito chiesto più luce, ma Ivana mi ha fatto notare che la tenda della sua finestra era molto sottile e fare più luce ci avrebbe esposti allo sguardo dei cittadini che vivono nel palazzo di fronte! Purtroppo, ho dovuto ammettere che aveva ragione e non ho insistito. Comunque, la luce era abbastanza per apprezzare la ragazza, così mi sono dedicato al sesso.

La cosa si è svolta più o meno come con Valeria: come prima cosa, un classico blowjob. Ma, ragazzi, questo è stato un BJ molto migliore (voto: 9)! Quasi troppo buono, tanto che ho rischiato di venire subito. Dopo di che, un breve rapporto vaginale in posizione frontale, che mi ha dato l'occasione di guardarla bene (e fisicamente mi è piaciuta). Il suo atteggiamento era un pò "freddo", purtroppo, ma molto professionale. La scopata nella pussy la valuto 7.

Dopo di che siamo passati ai piaceri anali, alla pecorina. Ancora una volta, non ho chiesto di lavorare di lingua sul e nel buchino: come Valeria, ha agguantato un tubetto di lubrificante ed ha cominciato un ditalino posteriore preparatorio così velocemente da anticipare ogni possibile richiesta! Si è lubrificata *un sacco* lo sfintere (dwvvero gradevole, anche se mi piaceva un pò di più quello di Valeria) e ho comiciato a stantuffare.
Ragazzi, ero estasiato: nelle settimane precedenti avevo cercato invano, in Ungheria e Slovacchia, delle anal-girl ed ora stavo scopando un notevole posteriore femminile, per la seconda sera consecutiva! Anche il "compare" era soddisfatto: il retto di Ivana era caldo e stretto nella misura giusta, le sue natiche soffici e ben fatte. Era chiaro che era ben addestrata a farlo (dopo tutti questi anni mi è subito evidente la differenza tra una anal-girl esperta, una "saltuaria" ed una "vergine anale").

Avendo trovato che lei era gentile, calma e professionale, le ho chiesto (ed ottenuto) di finire il lavoro in posizione frontale di sodomizzazione, con le sue caviglie sulle mie spalle ed una profonda pompata nel suo ano, fino allo shot finale (il tutto protetto da condom). Purtroppo, il rischio di malattie davvero gravi ci depriva del piacere di riempire "al naturale" quei deliziosi buchi e anche questa volta è stato così, naturalmente.
Quando ho tirato fuori l'uccello, ho potuto notare che il preservativo era perfettamente pulito. Bene, sembra che Ivana sappia davvero come usare il suo bel culetto ...

La mia valutazione del sesso fatto con Ivana (ovviamente incentrato soprattutto sulla parte anale, come ormai avrete capito!) gli da un bel voto di 8.5. Sfortunatamente lei era un pò "fredda", se no il voto salirebbe a 9 (ma la sua scarsa conoscenza dell'inglese e la mia non conoscenza del tedesco potrebbero aver giocato una grossa parte nel non aver stabilito un maggiore contatto interpersonale, per quanto breve e superficiale).

Ivana si trovava al primo piano: è una delle primissime stanze che si vedono entrando nel corridoio, quando si entra dalle scale, subito a pochi metri sulla sinistra.


Conclusione.

Il giorno successivo ho lasciato Plzen, completamente convinto che il Pamela Strip Bar è uno dei migliori bordelli a basso costo dove sono stato, migliore di diversi "walking-thru" tedeschi. Non ci sono molte ragazze, ma ce ne sono abbastanza perchè ognuno ne trovi, suppongo, almeno una che fa per lui. Se dovessi soggiornare a Plzen sono sicuro che farei l'"abbonamento" sia a Valeria che ad Ivana!
E suppongo che ci siano altre gemme nascoste in quei tre piani. Infatti ho visto un certo numero di ragazze notevoli, alcune di queste non danno Rai2 mentre altre non sono stato in grado di contattarle. Se siete più appassionati della passerotta che del culetto, ovviamente avrete una scelta molto più ampia ad un prezzo inferiore.

Perciò, il mio suggerimento a tutti i colleghi punter è di fermarsi per una notte o due a Plzen: non so altri bordelli, ma il Pamela Strip Bar è abbastanza per meritare una tappa.
Forse qualche collega con più iniziativa di me riuscirà a scoprire se c'è qualche speranza di avere un pò di "vera azione" anche con le lap dancer!


mustiqueblue

sono pienamente daccordo con mustiqueblue il locale è veramente una "figata" anch'io ho trovato una certa difficoltà a trovare una ragazza "anale" ma ho trovato una russa mora non bellissima di viso ma bel corpo che era una favola!!!!
1500 corone per dei buoni 45 minuti con bbbj rai 1 rai 2 e CIM finale una cosa da paura sono sceso nel bar con i miei amici che mi prendevano per il culo perchè non riuscivo neanche a stare in piedi!!! personalmente la meglio scopata del 2008!!!
 
Commenta
Registrato
22 Dicembre 2008
Messaggi
39
Reaction score
0
Re: Plzen - Repubblica Ceca - Pamela Strip Bar

mustiqueblue ha scritto:
La delizia di Plzen (no, non è una birra ...)

Dato che "gli avvenimenti qui narrati" (come dicono gli scrittori) sono abbastanza recenti (fine estate del 2007) ho deciso di tradurre in italiano questa recensione di un Eros Center di Plzen, nella Repubblica Ceca, che avevo pubblicato su InternationalSexGuide (forum Czech Republic, "Other Areas").
Spero di far cosa gradita ai colleghi punter che dovessero passare per Plzen (che per il resto non è che offra molto, anche in confronto alle altre città ceche).


Primo giorno a Plzen.

Qualche giorno dopo la mia non esaltante esperienza a Bratislava, nell'estate del 2007 (vedi il mio report a Collegamento alla pagina web non disponibile), mi sono spostato a Plzen, nella Repubblica Ceca.
Più brutta di Brno, più noiosa della rivale "città della birra" Ceske Budejovice, molto meno affascinante di Olomouc, meno tranquilla di Hradec Kralove, il sottoscritto ora non ha dubbi: Plzen è una città piuttosto noiosa e ben poco entusiasmante, anche quando confrontata con molte altre città medio-piccole della Repubblica Ceca.
Andate a visitare il birrificio della Pilsner Urquell (buona birra, anche se io preferisco e di molto la più "morbida" e dolce Budweiser), date un'occhiata alla non disprezzabile cattedrale e a poche altre cose oggetto di interesse (per esempio il museo della Skoda, se vi piacciono le automobili) e avrete esaurito tutto il divertimento che la città, in quanto "città", può offrirvi.
Dato che però non ci ero mai stato, nei miei precedenti viaggi in Boemia, ho deciso di fermarmi un paio di giorni.

Ok, lo confesso: una ragione non secondaria di questa scelta è stato un report del 2006 che lessi nell'ottimo forum di InternationalSexGuide! Il report parlava dei bordelli e dei club di Plzen, affermando che anche se molti bordelli cittadini erano deludenti, almeno uno valeva davvero la pena di essere visitato: il "Pamela Strip Bar".
Inoltre la descrizione del posto era già di per sè sufficiente a catturare il mio interesse: un bordello del tipo "walking-thru", stile tedesco.
Ovvero con camere che si aprono sui corridoi nei quali il punter può tranquillamente passeggiare, adocchiare, ammirare, "ingrifarsi", contattare, contrattare e infine concludere. Il mio tipo preferito di locale per il pay-for-pussy (and "for-ass", aggiungo!), almeno volendo rimanere in locali di livello abbastanza "cheap". Infatti, per i miei gusti questo tipo di bordelli di solito offre la migliore combinazione tra prestazioni, prezzo, numero e scelta delle ragazze. Ovviamente, si tratta delle mie personalissime preferenze.
Il report su ISG, quello che mi aveva "ispirato", era stato scritto da tale Gary69, che non finirò mai di ringraziare.

Bene, avendo guidato per parecchie ore da Bratislava fino a Plzen, la prima sera l'ho dedicata esclusivamente alla ricerca del bordello. Il Pamela Strip Bar si trova nella via Husova, al numero 15, molto vicino al centro città: dalla piazza principale (quella con la cattedrale) è una passeggiata di dieci minuti a piedi, cercate la via con Google Maps oppure andate qui http://www.stripbars.cz/club/strip_bar_pamela/club_12.htm.
Sembra che il locale abbia due entrate, una sulla via principale ed un'altra subito dietro l'angolo di una più stretta strada laterale, ma quest'ultimo ingresso io l'ho trovato chiuso. Perciò, il giorno seguente ho poi usato l'ingresso principale e penso che anche voi dovreste fare lo stesso. Ma la prima sera, dopo aver visto dov'era il posto, me ne sono andato a nanna presto.


Secondo giorno.

Il giorno seguente, un mercoledi, ero pronto per divertirmi davvero, così dopo cena sono andato al Pamela Strip Bar.
Come diceva quel report, il locale è un night-club "a due facce": a piano terra c'è un bar con spettacoli di strip-tease e lap-dance e nei tre piani superiori c'è un bordello. Quella sera, verso le 23, non ero nello spirito di "perdere" tempo guardando della gnocca fare lap-dance e neppure strip, così sono andati subito al "sodo", nel bordello, senza neppure entrare nel bar.
Per entrare nel bordello bisogna pagare 20 corone ceche (circa 0,73 euro) ad un tizio accanto ad un cancello interno, lui prende i soldi, apre il cancello e voi potete salire ai piani superiori. Per inciso, una volta che abbiate finito di sopra, scendete a piano terra e volete uscire, girate la chiave che sta nella serratura del cancello, nella parte interna: la prima volta non avevo fatto caso alla chiave e sono stato diversi secondi a fissare il tipo, aspettando che mi aprisse, con gran divertimento di alcune lap-dancer che stavano chiacchierando con lui!
Ma penso che adesso vi interessi di più sapere cosa ho trovato ai piani superiori, vero? :wink:

Bene, alle 23, in quei tre piani (ognuno dei quali ha circa 30 camere), ho trovato solo una ventina di ragazze "visibili", che aspettavano clienti nella stanza oppure sulla soglia. Ovviamente alcune ragazze erano al lavoro, dietro le porte chiuse, ma certamente l'eros center non era riempito per più di un terzo della sua capacità massima. Dopo aver fatto la perlustrazione completa dei tre piani e con un pò di delusione per il numero relativamente basso di ragazze, ho fatto mentalmente il punto sulla qualità delle girls: beh, in fondo non erano male! La mia personale valutazione andava da un voto di 5 fino ad 8, con una media sul 7.5.
Ho quindi cominciato a chiedere a 5 o 6 ragazze le tariffe: tutte invariabilmente chiedevano 1000 corone ceche (circa 37 euro) per 30 minuti o 2000 corone per un'ora, con i servizi classici: BJ e Rai1.
La maggior parte di loro non ti lasciava vedere Rai2 (cosa che chiedo sempre, da buon appassionato di quella parte anatomica femminile ...) ma ... almeno una di loro SI!

Valeria, una gradevole mora, abbastanza alta e con un fisico al tempo stesso "imponente" e gradevole, mi ha chiesto 2000 corone per BJ, Rai1 E Rai2!
Inizialmente sono rimasto un pò scettico, dato che nella precedente settimana, girando l'Ungheria e la Svlovacchia non avevo trovato ALCUNA "fanciulla anale"! Ed ora sembrava che io avessi trovato una bella e giovane ragazza ceca, con un viso piacevole, un sorriso invitante ed un sacco di curve (incluso un sederotto "importante" ma sodo e ben fatto), disponibile ad essere penetrata posteriormente in una comoda camera e ad un prezzo ragionevole! Bene, proviamo, mi sono detto, sospettando la fregatura. Per fortuna, mi sbagliavo! :i-m_so_happy:

Valeria non solo è carina e gentile (e con l'ulteriore aspetto positivo di un buon inglese), ma ha fatto esattamente quello che aveva promesso, per il prezzo concordato. Lei ha chiuso la porta e subito ho fatto la mia domanda standard: "Potremmo avere un pò più di luce?". Io non so perchè così tante ragazze lavorano con così poca luce, forse per celare ai clienti dei difetti fisici o forse per evitare la vista dei "fisici" dei clienti! :biggrin: Comunque, io trovo che in tanti casi sia davvero un peccato, in particolare per un tipo "visuale" come il sottoscritto: toccare (e magari annusare) il corpo di una fanciulla è una gran cosa, ma la cosa che a me personalmente fa eccitare di più è vedere delle belle forme femminili! Fortunatamente, Valeria è stata molto gentile anche in questo: immediatamente ha alzato le luci nella stanza, così ho potuto ammirarla nuda.

Per capirci: non è una top model, nè una ragazza particolarmente "snella". Però non è neppure grassa, affatto. Sono quasi 170 centimetri di ragazza, con capelli neri, occhi scuri ed un corpo sodo ed abbronzato (a cui ho dato voto 8, 8 e mezzo). Mi ha detto di avere 20 anni e sebbene inizialmente io glie ne avessi dati tre o quattro di più (probabilmente anche a causa dell'aspetto giunonico) poi sono stato incline a crederle: tette gradevoli e sode e soprattutto belle cosciotte tonde ed un sedere notevole, entrambe le parti anatomiche *senza alcuna traccia di cellulite!* Una vera "ragazza della porta accanto", il tipo "studentessa", senza il tipico aspetto da professionista del mestiere. Esattamente il tipo che ci vuole per farmi andare su di giri! :woottrizomeno:

Mi ha detto di venire da Brno, dove ha lavorato come barista fino a quattro giorni prima! "Ti piace il tuo nuovo lavoro?", le ho chiesto. "Beh, è un pò presto per dirlo, ci sono pro e contro.", ha risposto con un sorriso. Brava e dolce ragazza.
Ma vi ho già parlato dell'aspetto "sesso"? No? Oooops!

Bene, la parte "sesso" è stata davvero positiva. In effetti, considerando la sua bellezza, la sua dolcezza e l'eccitante sodomizzazione che mi ha concesso, è stata una grande esperienza!

Andiamo con ordine: come prima cosa abbiamo iniziato con il classico e preliminare blow-job. Buono, ma non eccezionale (voto: 7). Ma per me il BJ è sempre solo uno "stuzzichino" e, infatti, la cosa ha reso il mio amichetto piuttosto rigido.

Dopo di che siamo passati alla scopata nella passerotta, io disteso sulla schiena e lei ad andare su e giù sopra di me: una buona ripassatina, in una fighetta bella calda (voto: 8). Dopo 10-15 minuti di lavoro di bocca e di pussy, siamo finalmente arrivati alla "portata" principale: "Anal, now?" mi ha chiesto con vocina adolescenziale. Ovviamente non mi sono fatto pregare: "Yes, of course!". :w00tmesalia:

Allora lei ha aperto una borsa, ha tirato fuori un tubetto di lubrificante e si è sistemata sul letto, il ginocchio destro appoggiato al materasso e la gamba sinistra piegata a novanta gradi con il piede appoggiato di piatto sulla coperta: in pratica, mi ha mostrato il suo sederotto aperto, in tutta la gloria delle chiappe bene allargate, e ha cominciato ad inserire il suo ditino lubrificato nel buchetto posteriore. E mentre faceva questo teneva la testa girata e mi guardava dritto negli occhi, con uno sguardo assolutamente da porcella eccitata (e con un pizzico di ansietà). Che spettacolo! :w00t: Sono ben abituato alla vista di ragazze che si lubrificano lo sfintere prima di una scopata anale, ma di solito lo fanno molto rapidamente e sensa alcuna forma di civetteria erotica: in questo caso, invece, Valeria sembrava dire "Adesso scopami il culo!". :w00t:

Ho guardato dritto dritto il suo buchino: perfetto, quasi dello stesso colore della pelle circostante, con un sacco di deliziose pieghine, solo un pochino aperto a causa del lavoro di lubrificazione che Valeria si era appena fatta. Lei si è messa alla pecorina e io l'ho penetrata imemdiatamente nel buchino stretto: è stato sorprendentemente facile. Ho cominciato a pompare, godendomi sia la sensazione tattile che quella visiva: un meraviglioso sedere di una ragazza di vent'anni, con soffici natiche abbronzate ad accarezzarmi l'inguine. Non volevo venire troppo presto, così dopo un pò le ho chiesto di cambiare posizione: "Ok". Ho tirato fuori il "compare" e ... sorpresa! ... era un pò sporchetto. Lei ha guardato il mio uccello e ha detto, senza alcun imbarazzo: "Oh bè, si sa che quando si fa l'anale ...". E con mossa sorprendentemente rapida e precisa ha preso un fazzoletto di carta e ha tolto il condom sporco, sostituendolo con uno nuovo. :good:

Dopo di che l'ho fatta mettere sdraiata sulla pancia, a gambe divaricate, con quel magnifico culo aperto per il mio uccello, e ho ricominciato a pomparla così fino all'orgasmo, che ho raggiunto sussurrandole non so più quali oscenità all'orecchio.
Dopo qualche momento di relax su quel magnifico e soffice "cuscino", è arrivato il momento delle chiacchiere post-scopata.

Valeria mi ha detto che era la prima volta che faceva sesso anale con un cliente. Dovevo crederle? Bene, se davvero era solo il suo quarto giorno di lavoro come sex worker la cosa era ragionevolmente possibile. A, dopo tutto, ho sempre trovato che le prostitute che sono abituate a concedere Rai2 di solito tengono il loro retto *molto* pulito (in molti casi *sorprendentemente* e piacevolmente pulito) mentre quelle poco avvezze alla cosa spesso lo hanno più sporco. Perciò, penso che la "prima volta anale con un cliente" sia probabilmente la verità. Naturalmente, non era affatto una "vergine anale"! E' stato davvero facile sodomizzarla, così suppongo che abbia fatto *un sacco* di pratica anale con i suoi fortunati fidanzati. Probabilmente ha lasciato a Brno molti cuori infranti (e molti uccelli affamati)! :biggrin:

Prima di salutarla le ho dato altre 200 corone di mancia (che ha ricevuto con un certo imbarazzo, forse sono stato anche il primo cliente a lasciarle la mancia!).

Il mio voto all'esperienza sessuale con Valeria (incentrata sul rapporto anale, ovviamente): 9! La sola cosa che rimpiango è stato di non averle leccato il buchino come prima cosa (ma ad essere onesti non glie l'avevo chiesto), se no le avrei dato un 10 pieno!

Volete conoscere dove si trova la sua stanza? Bene, devo ammettere la mia colpa: non sono più sicuro se fosse al secondo o al terzo piano. In ogni caso, una volta entrati nel corridoio, al secondo o terzo piano (provateli entrambi), girate a destra: la sua stanza è cinque metri avanti, sulla sinistra (o, almeno, era lì qualche mese fa).


Tirando le somme: la prima notte al Pamela Strip Bar è andata molto oltre le mie aspettative, nonostante il non grande numero di ragazze disponibili. Valeria è una vera gemma, per la sua freschezza e il servizio che offre. La raccomando caldamente, soprattutto a coloro che, come me, sono anal-dipendenti e preferiscono le ragazze giovani! Ricordatevi solo di trattarla bene, se no vengo lì e vi do un cazzotto sul naso! :treaten:

Naturalmente, dopo questa esperienza sono andato a dormire, completamente soddisfatto. Così soddisfatto che da pensare che la sera seguente me la sarei presa "di riposo", al massimo sarei andato a visitare il lap-dance bar del Pamela.
Invece, mi sbagliavo!



Terzo giorno.

Il terzo giorno, in realtà, ero di nuovo "su di giri", pensando al delizioso, difficilmente ottenibile e sostanzialmente a buon mercato sesso anale fatto con Valeria. Così, a sera ho puntato di nuovo il timone verso il Pamela Strip Bar.
Sono subito entrato nel bar, tanto per dare un'occhiata: era molto affollato e tutti gli occhi erano puntati su una veramente *fantastica* ragazza che si attorcigliava attorno al palo dell lap-dance. Avete presente le donnine disegnate da Milo Manara? Ecco, la ragazza era proprio come quelle: un corpo assolutamente perfetto, da 10 e lode. Però, io sapevo della separazione tra lo strip bar e il bordello ai piani superiori e non volevo stare a cercare un improbabile aggancio scopereccio con una lap dancer. Così, dopo qualche minuto sono salito di sopra.

Questa volta, alle 22:50, ho trovato solo 12 ragazze dentro a camere aperte, ma ho avuto la sensazione che un maggior numero di ragazze, rispetto alla sera precedente, fosse già al lavoro. Ho cominciato a chiedere le tariffe a ragazze che non avevo intervistato la sera prima, per scoprire che erano esattamente lo stesso importo per gli stessi servizi e durate. Purtroppo, nessuna delle fanciulle era una ragazza "anale".
Gironzolando per i corridoi, sono capitato vicino alla stanza di Valeria: la porta era chiusa, ma improvvisamente si è aperta ed un cliente è uscito, seguito dalla "mia "deliziosa ragazza! Volete sapere cosa ho fatto? Se l'ho salutata e le ho chiesto un'altra cavalcata tra le sue belle natiche? Macchè! Mi sono immediatamente girato, facendo finta di non averla vista. Con la coda dell'occhio ho visto che lei mi aveva riconosciuto, ma io mi sono girato e sono sceso al piano di sotto. :mda:
Perchè l'ho fatto? Semplice. Io ho un serio "difetto": mi piace cambiare partner, se posso farlo, e avendo solo un'altra notte a Plzen ho preferito cercare un'altra ragazza, anche per avere un'idea più attendibile della qualità del bordello. Mi spiace, piccola Valeria, sei fantastica ma io ho anche un lavoro da fare, a beneficio degli utenti del Forum! :wink:

Così, ho deciso di cercare ancora. Mi sono ricordato di aver visto, la sera prima, una mora non da buttar via, al primo piano, nella zona delle sex workers più anziane (che non sono certo la mia passione ...). Per una strana sensazione, io "sentivo" che lei avrebbe potuto essere una ragazza "anale". Perciò l'ho avvicinata, con qualche "cautela": io trovo che sia non solo inutile ma anche poco piacevole e triste "intervistare" ragazze che non mi attraggono e che "sento" fin dall'inizio che non scoperò, così cerco sempre di valutare il loro grado di attrattiva prima di contattarle.

Bene, guardandola con più attenzione non era per niente male! :ok:
La notte precedente avevo frettolosamente mal valutato la sua età, pensando che fosse oltre i quaranta. Adesso, invece, le stimavo tra i 30 e i 35. Lei aveva occhi azzurri molto belli e capelli neri (sfortunatamente non molto curati: qualcuno le [CENSORED] un buon parrucchiere!). Ho guardato come era fatta (era in biancheria intima, come le altre ragazze): alta circa 1.62, tette abbastanza valide, gambe gradevoli, niente cellulite e ... che dire del "popò"? Fortunatamente, proprio in quel momento lei si è girata per andare verso il letto nella stanza e sono stato in grado di fare la mia valutazione: approvato! Il mio "compare-sotto-la-cintura" immediatamente mi ha comunicato anche la sua approvazione: "Chiediglielo, voglio quel sedere!". :w00t:
Un ordine, più che un invito, così mi sono avvicinato e l'ho contattata. Lei parla tedesco (che io non conosco), ma quasi niente di inglese, però non è stato difficile intendersi. La tariffa era quella standard: 1000 corone per 30 minuti. "And ... anal?", le ho chiesto, pregando tra me e me che fosse davvero la anal-girl che avevo "intuito" ... "Anal 2000 crowns, 30 minutes."
WOW, ne avevo trovata un'altra! :yahoo:
Ero così contento che, come già la notte prima con Valeria, non ho neppure pensato di contrattare sul prezzo. Forse sarebbe anche possibile avere quei bei sederotti per meno di 2000 corone. Comunque, ci siamo accordati per Rai2 a 2000 corone.

Il suo nome è Ivana, è una ragazza ceca che viene da Chomutov. Proprio come la sera prima, ho subito chiesto più luce, ma Ivana mi ha fatto notare che la tenda della sua finestra era molto sottile e fare più luce ci avrebbe esposti allo sguardo dei cittadini che vivono nel palazzo di fronte! Purtroppo, ho dovuto ammettere che aveva ragione e non ho insistito. Comunque, la luce era abbastanza per apprezzare la ragazza, così mi sono dedicato al sesso.

La cosa si è svolta più o meno come con Valeria: come prima cosa, un classico blowjob. Ma, ragazzi, questo è stato un BJ molto migliore (voto: 9)! Quasi troppo buono, tanto che ho rischiato di venire subito. Dopo di che, un breve rapporto vaginale in posizione frontale, che mi ha dato l'occasione di guardarla bene (e fisicamente mi è piaciuta). Il suo atteggiamento era un pò "freddo", purtroppo, ma molto professionale. La scopata nella pussy la valuto 7.

Dopo di che siamo passati ai piaceri anali, alla pecorina. Ancora una volta, non ho chiesto di lavorare di lingua sul e nel buchino: come Valeria, ha agguantato un tubetto di lubrificante ed ha cominciato un ditalino posteriore preparatorio così velocemente da anticipare ogni possibile richiesta! Si è lubrificata *un sacco* lo sfintere (dwvvero gradevole, anche se mi piaceva un pò di più quello di Valeria) e ho comiciato a stantuffare.
Ragazzi, ero estasiato: nelle settimane precedenti avevo cercato invano, in Ungheria e Slovacchia, delle anal-girl ed ora stavo scopando un notevole posteriore femminile, per la seconda sera consecutiva! Anche il "compare" era soddisfatto: il retto di Ivana era caldo e stretto nella misura giusta, le sue natiche soffici e ben fatte. Era chiaro che era ben addestrata a farlo (dopo tutti questi anni mi è subito evidente la differenza tra una anal-girl esperta, una "saltuaria" ed una "vergine anale").

Avendo trovato che lei era gentile, calma e professionale, le ho chiesto (ed ottenuto) di finire il lavoro in posizione frontale di sodomizzazione, con le sue caviglie sulle mie spalle ed una profonda pompata nel suo ano, fino allo shot finale (il tutto protetto da condom). Purtroppo, il rischio di malattie davvero gravi ci depriva del piacere di riempire "al naturale" quei deliziosi buchi e anche questa volta è stato così, naturalmente.
Quando ho tirato fuori l'uccello, ho potuto notare che il preservativo era perfettamente pulito. Bene, sembra che Ivana sappia davvero come usare il suo bel culetto ...

La mia valutazione del sesso fatto con Ivana (ovviamente incentrato soprattutto sulla parte anale, come ormai avrete capito!) gli da un bel voto di 8.5. Sfortunatamente lei era un pò "fredda", se no il voto salirebbe a 9 (ma la sua scarsa conoscenza dell'inglese e la mia non conoscenza del tedesco potrebbero aver giocato una grossa parte nel non aver stabilito un maggiore contatto interpersonale, per quanto breve e superficiale).

Ivana si trovava al primo piano: è una delle primissime stanze che si vedono entrando nel corridoio, quando si entra dalle scale, subito a pochi metri sulla sinistra.


Conclusione.

Il giorno successivo ho lasciato Plzen, completamente convinto che il Pamela Strip Bar è uno dei migliori bordelli a basso costo dove sono stato, migliore di diversi "walking-thru" tedeschi. Non ci sono molte ragazze, ma ce ne sono abbastanza perchè ognuno ne trovi, suppongo, almeno una che fa per lui. Se dovessi soggiornare a Plzen sono sicuro che farei l'"abbonamento" sia a Valeria che ad Ivana!
E suppongo che ci siano altre gemme nascoste in quei tre piani. Infatti ho visto un certo numero di ragazze notevoli, alcune di queste non danno Rai2 mentre altre non sono stato in grado di contattarle. Se siete più appassionati della passerotta che del culetto, ovviamente avrete una scelta molto più ampia ad un prezzo inferiore.

Perciò, il mio suggerimento a tutti i colleghi punter è di fermarsi per una notte o due a Plzen: non so altri bordelli, ma il Pamela Strip Bar è abbastanza per meritare una tappa.
Forse qualche collega con più iniziativa di me riuscirà a scoprire se c'è qualche speranza di avere un pò di "vera azione" anche con le lap dancer!


mustiqueblue

sono pienamente d'accordo con mustiqueblue il locale è veramente una "figata" anch'io ho trovato una certa difficoltà a trovare una ragazza "anale" ma ho trovato una russa mora non bellissima di viso ma bel corpo che era una favola!!!!
1500 corone per dei buoni 45 minuti con bbbj rai 1 rai 2 e CIM finale una cosa da paura sono sceso nel bar con i miei amici che mi prendevano per il culo perchè non riuscivo neanche a stare in piedi!!! personalmente la meglio scopata del 2008!!!
 
Commenta
Registrato
24 Aprile 2008
Messaggi
174
Reaction score
0
  • Creatore Discussione
  • #4
Re: Plzen - Repubblica Ceca - Pamela Strip Bar

superbomby ha scritto:
sono pienamente d'accordo con mustiqueblue il locale è veramente una "figata" anch'io ho trovato una certa difficoltà a trovare una ragazza "anale" ma ho trovato una russa mora non bellissima di viso ma bel corpo che era una favola!!!!
1500 corone per dei buoni 45 minuti con bbbj rai 1 rai 2 e CIM finale una cosa da paura sono sceso nel bar con i miei amici che mi prendevano per il culo perchè non riuscivo neanche a stare in piedi!!! personalmente la meglio scopata del 2008!!!

Felice di vedere che finalmente qualcuno ha potuto sfruttare la mia rece, in una cittadina fuori dai circuiti turistici e sulla quale non si trovano molte info! :good:
E altrettanto felice di vedere che il locale si mantiene "all'altezza" ... :biggrin:
 
Commenta
Registrato
24 Aprile 2008
Messaggi
174
Reaction score
0
  • Creatore Discussione
  • #5
Re: Plzen - Repubblica Ceca - Pamela Strip Bar

Un aggiornamento veloce (una volta tanto, vista la mia usuale prolissità ...).
Sono passato da Plzen in agosto e, ovviamente, ho fatto una capatina al Pamela Bar.
Senza concludere, però: non ero minimamente "in forma" e dato che mi ostino a non usare pilloline blu o arancioni (devo rendermi conto che prima o poi dovrò cominciare a farlo ... :sad: ) ho deciso di dare solo un'occhiata.

Per quanto riguarda il bordello: davvero poche ragazze, corridoi vuoti, un'aria decisamente "desolata".
La mia "bimba" Valeria non c'era più (vedi mia rece), mentre c'era ancora Ivana. Quest'ultima, purtroppo, con due anni in più che si vedevano tutti, almeno in viso.
Sono uscito piuttosto intristito e mi sono diretto al bar sottostante.

Il bar era, invece, affollatissimo.
Ordinato il solito Cuba Libre (non ricordo quante corone, ma comunque un prezzo nella normalità) mi sono messo a guardare gli spettacolini di lap-dance.
Gnocche notevolissime, su cinque o sei che si sono esibite solo ad una avrei dato 7, le altre erano dall'8 al 9 e mezzo. Una girl di un bordello a Norimberga, ceca di Plzen, mi dirà pochi giorni dopo che la maggioranza delle ragazze del locale è ucraina (Collegamento alla pagina web non disponibile). Cosa più che credibile visto i tipi fisici.

Le girls che in quel momento non lavorano cercano di accalappiare i maschietti per "spettacolini di strip privato", a (se la memoria non mi inganna) 50 euro. Non c'è stato verso di ottenere più di uno strip, al massimo un "lesbo show" a prezzo scontato. Scopare? A quanto pare non se ne parla, chi vuole fare sesso deve rivolgersi al soprastante bordello.
In mezz'ora che ero lì credo che mi abbiano "contattato" quasi tutte le lap-dancer del locale. Non ero minimamente interessato ad uno strip privato (strip che è già integrale attorno al palo, le avevo già viste tutte nude) e neppure a semplici "toccamenti" a pagamento. A tutte ho quindi dato la stessa risposta: "Grazie, sei molto bella ma ho passato da tempo l'età per stare solo a guardare!" :biggrin:

Comunque, mi sono tolto il dubbio che avevo: è possibile scoparsi le lap-dancer?
La risposta a quanto pare è NO.

Anche se ovviamente non mi sentirei affatto di escludere (anzi ...) che frequentando le girls con assiduità e facendosele "amiche" qualcosina possa prima o poi scappare, in appartamento privato.
Se perciò qualcuno si trovasse a stare uno o due mesi a Plzen per lavoro (altri motivi per starci così a lungo non ne vedo!), sappia che può avere un obiettivo: scoparsi una lap-dancer strafiga del Pamela Bar! :wink:

Ultima considerazione: il bordello semivuoto del Pamela, così come pochi giorni dopo quelli del RLD di Francoforte, sono stati per me la migliore prova della crisi che sta passando l'industria del sesso in Europa, a causa della crisi economica.
Speriamo che passi presto ... :sad:


Bene, adesso sapete anche qual'è il mio concetto di "aggiornamento veloce": meno di così proprio non riesco a scrivere! :biggrin:

:bye:
 
Commenta

geppettogianni

Espulso
Account sospeso
Registrato
7 Maggio 2008
Messaggi
2.672
Reaction score
10
Località
Bulaggna provincia..vicino a Farlatta,Fevdar...ma
Re: Plzen - Repubblica Ceca - Pamela Strip Bar

mustiqueblue ha scritto:
Un aggiornamento veloce (una volta tanto, vista la mia usuale prolissità ...).
Sono passato da Plzen in agosto e, ovviamente, ho fatto una capatina al Pamela Bar.
Senza concludere, però: non ero minimamente "in forma" e dato che mi ostino a non usare pilloline blu o arancioni (devo rendermi conto che prima o poi dovrò cominciare a farlo ... :sad: ) ho deciso di dare solo un'occhiata.

Per quanto riguarda il bordello: davvero poche ragazze, corridoi vuoti, un'aria decisamente "desolata".
La mia "bimba" Valeria non c'era più (vedi mia rece), mentre c'era ancora Ivana. Quest'ultima, purtroppo, con due anni in più che si vedevano tutti, almeno in viso.
Sono uscito piuttosto intristito e mi sono diretto al bar sottostante.

Il bar era, invece, affollatissimo.
Ordinato il solito Cuba Libre (non ricordo quante corone, ma comunque un prezzo nella normalità) mi sono messo a guardare gli spettacolini di lap-dance.
Gnocche notevolissime, su cinque o sei che si sono esibite solo ad una avrei dato 7, le altre erano dall'8 al 9 e mezzo. Una girl di un bordello a Norimberga, ceca di Plzen, mi dirà pochi giorni dopo che la maggioranza delle ragazze del locale e' ucraina (Collegamento alla pagina web non disponibile). Cosa più che credibile visto i tipi fisici.

Le girls che in quel momento non lavorano cercano di accalappiare i maschietti per "spettacolini di strip privato", a (se la memoria non mi inganna) 50 euro. Non c'e' stato verso di ottenere più di uno strip, al massimo un "lesbo show" a prezzo scontato. Scopare? A quanto pare non se ne parla, chi vuole fare sesso deve rivolgersi al soprastante bordello.
In mezz'ora che ero lì credo che mi abbiano "contattato" quasi tutte le lap-dancer del locale. Non ero minimamente interessato ad uno strip privato (strip che e' già integrale attorno al palo, le avevo già viste tutte nude) e neppure a semplici "toccamenti" a pagamento. A tutte ho quindi dato la stessa risposta: "Grazie, sei molto bella ma ho passato da tempo l'età per stare solo a guardare!" :biggrin:

Comunque, mi sono tolto il dubbio che avevo: e' possibile scoparsi le lap-dancer?
La risposta a quanto pare e' NO.


Anche se ovviamente non mi sentirei affatto di escludere (anzi ...) che frequentando le girls con assiduità e facendosele "amiche" qualcosina possa prima o poi scappare, in appartamento privato.Se perciò qualcuno si trovasse a stare uno o due mesi a Plzen per lavoro (altri motivi per starci così a lungo non ne vedo!), sappia che può avere un obiettivo: scoparsi una lap-dancer strafiga del Pamela Bar! :wink:

Ultima considerazione: il bordello semivuoto del Pamela, così come pochi giorni dopo quelli del RLD di Francoforte, sono stati per me la migliore prova della crisi che sta passando l'industria del sesso in Europa, a causa della crisi economica.
Speriamo che passi presto ... :sad:


Bene, adesso sapete anche qual'e' il mio concetto di "aggiornamento veloce": meno di così proprio non riesco a scrivere! :biggrin:

:bye:



..entonces..sulle lapperine est.ere ...
..all'est.ero.. :rtfm:
...io mi sarei fatto una personale opinione
:yes: (..faccio riferimento nel caso alla realta' polakka..che credo cmq abbastanza assimilabile a quella della vicina cekia..)


..claro che le lapperine citate... sono girls-immagine....
..ovvero spesso gnokke da 8 che sanno fare pure acrobatica...
:shok: ...
(..avercene qualcuna di quelle li'..qua da noi ..
..nella trista Italy..e certi lap polakki erano proprio da strabuzzare gli occhi..)

..alla richiesta diretta di prestazione sex...viene chiaramente opposto un fermo diniego :treaten:
(..devono del resto fare lavorare i prive'...
....e ovvio che il diniego venga stabilito decisamente dai ..noleggiator :big_boss: i delle "artiste" ...
..impresari del locale....che si occupano spesso direttamente dei trasferimenti da e per il club notturno..alloggio in citta' ecc..

..la difficolta' è quindi principalmente logistica. :mda: ..piu' che di non-disponibilita' della girl..
...ovvero trattasi di trovare tiempo ..al di fuori di quello destinato contrattualmente alla lap.....potrebbe essere nel pomeriggio-sera prima dell'orario di apertura..
..oltre a quella di bypassare il boss :big_boss: locale...
....diventando intimi e ..relativamente di fiducia(..se el jefe.. lo viene a sapere sono :punish: guai..) per la girl..

..il rate poi chiaramente deve andare su livelli ben piu'alti delle altre girl sex-worker(..un 200..ma forse un 150 euri...potrebbero essere nel caso adeguati..considerando pure la gnokkaggine relativa..trattasi di no-prof cosidette..in quanto il loro lavoro è ovviamente di altro tipo rispetto al fuck..
..per cui potrebbe essere molto utile mostrare disponibilita' economica in questo senso..)

...si tratta inoltre di avere un po' piu' di tiempo...
...per potere lavorarsele un po'..e farsi lasciare il cell.(..muy prohibido! :big_boss: )..
..(..io e il mio compare grande geppo, c'eravamo riusciti in qualche gg di permanenza in quel di Krakow..ma era l'ultimo gg e nel pomeriggio..la girl prescelta aveva degli impegni improcrastinabili..)

..trattasi cmq generalmente di caccia-grossa ..e di potenziale grande soddisfazione...
..anche se non certo.. facil.. :yes:
 
Commenta
Registrato
7 Novembre 2009
Messaggi
172
Reaction score
0
Re: Plzen - Repubblica Ceca - Pamela Strip Bar

Io sono stato diverse volte a Plzen,
anche perchè ho amici che abitano o hanno abitato la per diverso tempo e dopo che mi avevano descritto la mossa, da qui io e altri abbiamo deciso che di tanto in tanto una capatina si poteva fare.
Il Pamela io l'ho trovato un posto soddisfacentissimo,
quanto le lap dancer's girl mi vedo a confermare purtroppo quello detto da voi colleghi, ovvero non si possono avere se non per uno spettacolino, vedo anche molto difficile la fase di abbordaggio siccome le signorine abitano al 4° piano del locale, se fate caso è quello col cancello sempre chiuso dove non si può avere accesso.
Come se non bastasse io non mi vorrei mai trovare a discutere con quei simpatici sig.ri russi che gestiscono il locale perchè certo non si farebbero chiacchere amichevoli, in ogni modo le si può incontrare spesso a pranzo da Jadran, vicino ristorante.........
Devo lasciar per ora tornerò dopo col resto delle mie impressioni .....
 
Commenta
Registrato
7 Novembre 2009
Messaggi
172
Reaction score
0
..... quanto alla mia parte del preferita del locale, i piani dal 1° al 3° dopo il mitico cancello che vi trovate difronte non appena entrati dal locale, quelli per me su un tripudio di gusto.
Vale a dire che ogni buon gorment del mondo punter ci può sguazzare,
le 30 stanze circa che si trovano su ognuno dei piani offrono un panorama che può soddisfare un poco ogni gusto,
partendo dal primo piano dove si trovano quelle che potremmo classificare nel genere milf per poi finire con i piani secondo e terzo dove c'è veramente della cacciagione ottima.
Io personalmente nelle mie diverse escursioni ho trovato molto gusto nell'entrare in una delle camere dotate di altalena, fu fantastico ricordo perchè mi sembrava veramente di girare un porno quando la lei di turno era li sopra il seggiolino della dondola ed io fiero che la stantuffavo.
Da notare anche il grande senso della pulizia che hanno, da vere professioniste, tantè che penso di non avere mai fatto tante docce in nessuna altra vacanza, perchè prima di ogni rapporto è di rito il lavaggio nella doccia della camera della girls.
Devo dire che ho potuto aver a che fare veramente con delle sorte di piccole playmate che per quelle mille corone di obolo qui è impensabile trovare, confermo la teoria sopra quanto la provenienza che è praticamente tutta dall'est europa ma non solo Ucraine, ci sono anche Russe e Bielorusse oltre qualche ceca, per lo meno per quello che mi è stato dato di appurare.
Unico neo nelle mie permanenze in loco, forse dato dalla mia non perseveranza nella ricerca dell'obbiettivo è che io non sono mai riuscito a trovare nessuna che praticasse il bbj ho avuto solo bj.
O.t.
Nel panorama della cittadina è anche da notare un'altro locale, il club Jessika, su di una laterale vicino la piazza della cattedrale, un club dove non si può avere il rapporto completo, ma vengono praticati ottimi massaggi con spazio al social time, bj, daty e tanti bacietti, il tutto ampliamente descrsitto nel menù del locale che chiaramente è anche in lingua italiana, apre alle 10 del mattino e solitamente di volta in volta che sono andato cambiava i giorni di apertura e chiusura.
 
Commenta
Alto