Milano da bere | Pagina 4 | PUNTERFORUM

Milano da bere

Registrato
16 Agosto 2021
Messaggi
16
Reaction score
27
Età
42
La bionda italiana di via Redi proveniente da Piacenza (a volte diceva da Lodi....)e' stata la più bella figa che abbia mai lavorato a Milano tanto è vero che è apparsa con Monique di via Valvassor Peroni sulla prima copertina di Chiamami ,secondo me! Riguardo alle otr,ricordo pure io Katia la pugliese sempre vestita di nero e con i capelli ossigenati in via Lulli,una marocchina che si faceva chiamare Sabrina,una romana che ti portava in via Porpora e che stazionava all'inizio di viale Abruzzi nella sua macchina,la "francese" (in realtà italianissima )con i capelli rossi in via Antonio da Recanate (che di notte stava in vetrina al piano rialzato Amsterdam style,la mitica crew polacco-tedesca che all'inizio lavorava in viale Gran Sasso per poi spostarsi all'angolo della circonvallazione con viale Certosa,un sacco di Uruguayane davvero fighe in piazzale Aspromonte (mai capito perchè si spacciassero per argentine....)e una moltitudine di trans brasiliane nelle vie intorno a Melchiorre Gioia!
 
Commenta
Registrato
29 Dicembre 2017
Messaggi
444
Reaction score
616
Località
Milano
1999, 3 volte al mese andavo in via Lecco all’appartamento di Jennifer (ungherese starlette del Williams leRoi che lavorava pure come cassiera al Bassetthound), in quanto lei faceva venire appositamente da Budapest, ogni settimana delle belle topine studentesse universitarie a fare arrotondamenti a colpi di 200 mila lire l’ora; mi sembra ieri....e oggi bisogna perlustrare bene le foto delle pubblicità per evitare missili
 
Commenta
Registrato
18 Luglio 2021
Messaggi
81
Reaction score
95
Età
53
Inizio anni '90: Milano.
Avevo poco meno di 30 anni, soldi in tasca e voglia di troia. Da poco avevo cominciato ad apprezzare la nobile arte del meretricio.
Da Piacenza partivo, rigorosamente da solo (come ogni buon puttaniere), e mi tuffavo nelle notti milanesi, d'estate nella calde notti milanesi, col finestrino giù perchè non c'era l'aria condizionata. Zona città studi, via Porpora, via Vallazze, via Pacini, Via Gran Sasso, Viale Abruzzi, ecc.
Come un segugio andavo a caccia della mia preda.
Loro erano lì, a passeggiare, sul marciapiede. E nei palazzi era un susseguirsi di alberghetti ad ore dove si andava a consumare il rapporto.
Non c'erano controlli, non c'era nessuno stress, l'impegno più grande, che invece era un divertimento, era cercare la (o le) prede della sera.
Bei ricordi.
Quella volta che mi avvicinai con spavalderia ad una tipa che non sembrava una mignotta, era vestita benissimo ed era anche una bella figa. Timoroso e col cuore in gola mi fermai vicino mentre lei camminava sul marciapiede, lei accenna a fermarsi, allora io mi faccio coraggio e tiro giù il finestrino, lei allora si avvicina: era una troia! Ci accordiamo e via! Era italiana, bella e anche con della testa, dopo una magnifica trombata mi chiese di portarla verso la stazione centrale. Tornai tante volte ma non la rivedetti più
Oppure quella sera d'inverno che incontrai un argentina (di origini italiane, genova), impelliciata che batteva insieme ad una amica. Lei bionda platino, alta, fisico mozzafiato, simpatica e matta. Andammo in albergo e trombammo come due ossessi, 69, Rai2, insomma tutto. Alla fine mi chiese se la volevo sposare!:ok: Tornai parecchie volte e si instaurò un ottimo feeling, poi nel 94 si trasferì ad Udine.
E poi la rumena con cui ci siamo fatti sbattere fuori dalla stanza perchè era da troppo tempo che eravamo dentro. Lei molto giovane, godeva come una matta e penso che gli piacessi davvero.
Un altra argentina che mi chiedeva lei di metterglielo in Rai2!!!
Bei ricordi, ma anche qualcuno brutto, come la notte del 27 luglio 1993, ero arrivato a Milano da poco, stavo girando, quando improvvisamente mi ritrovai in un ingorgo: vigili del fuoco, ambulanze .... era la strage di Via Palestro. Alle 2 di notte scoprii al televideo quello che era successo
Anni bellissimi, sarà che ne sono passati tanti, e sono un po' più vecchio, ma bisogna dire che a quei tempi, nonostante tutto si stava bene, molti meno stress di oggi.
Si è così presi da tante cose, che non si ha quasi più tempo nemmeno per scopare in santa pace.
Che nostalgia!!!
 
Commenta
Alto